DIRITTOeLAVORO.com
Diritto e Lavoro, licenziamento, dimissioni

Informazioni e approfondimenti ¬

Incentivo all'esodo

L'incentivo all'esodo è la somma corrisposta dal datore di lavoro al lavoratore in occasione della cessazione anticipata e concordata del rapporto di lavoro, in aggiunta alle spettanze di fine rapporto.

Per giurisprudenza costante, tale somma costituisce una vera e propria controprestazione effettuata per ottenere il consenso del dipendente alla risoluzione anticipata, e quindi integra il trattamento di fine rapporto.

L'incentivo all'esono, pertanto, non rientra fra le erogazioni liberali eccezionali e non ricorrenti previste dal D.P.R. n. 917 del 1986, art. 48, comma 2, lett. f), bensì fra le varie indennità erogabili a causa e in dipendenza del rapporto di lavoro, ed è quindi imponibile a norma del D.P.R. n. 917 del 1986, art. 16, comma 1, lett. a) e D.P.R. n. 917 del 1986, art. 48, comma 1" (Corte di cassazione, sezione tributaria, Sentenza n. 110 dell'8 gennaio 2010 ).


Data: 22.03.2010
Autore: Avv. Andrea Totò

AVVERTENZE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale con sedi in Roma o Milano.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.
©2003-2011 DirittoeLavoro.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3 validator