DIRITTOeLAVORO.com
Diritto e Lavoro, licenziamento, dimissioni

Informazioni e approfondimenti ¬

Lavoro straordinario

Il lavoro straordinario è rappresentato dalle ore prestate oltre l'orario normale di lavoro, da intendersi quale durata legale (in base all'rt. 1, co. 2, lett. c del D.lgv. 66/2003, quaranta ore settimanali).

Il lavoro straordinario è considerato maggiormente qualificato dal legislatore, che ha previsto che esso venga computato a parte e compensato con le maggiorazioni contributive previste dai contratti collettivi oppure, in alternativo o in aggiunta, con dei riposi compensativi.

Il lavoro straordinario non può superare determinati limiti giornalieri (13 ore), settimanali (48 ore) e annuali (250 ore).

Si parla invece di lavoro supplementare per definire le ore lavorate in più nelle attività per le quali il contratto collettivo prevede un orario inferiore alla durata legale.


Data: 12.07.2010
Autore: Avv. Andrea Totò

AVVERTENZE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale con sedi in Roma o Milano.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.
©2003-2011 DirittoeLavoro.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3 validator