DIRITTOeLAVORO.com
Diritto e Lavoro, licenziamento, dimissioni

Comportamenti che configurano mobbing

Lo psicologo tedesco Henz Leyman ha suddiviso i comportamenti che configurano ipotesi di mobbing in 5 categorie principali, individuando, per ciascuna categoria, i comportamenti tipici:
  1. COMUNICAZIONE
    • Limitare e interrompere la possibilità di esprimersi
    • Urlare o rimproverare violentemente
    • Criticare continuamente sul lavoro
    • Criticare continuamente sulla sua vita privata
    • Fare telefonate mute o di minaccia
    • Minacciare verbalmente
    • Minacciare per iscritto
    • Rifiutare il contatto con gesti o sguardi scostanti
    • Rifiutare il contatto con allusioni dirette

  2. RELAZIONI SOCIALI
    • Assenza di dialogo
    • Trasferire la vittima in un ufficio lontano dai colleghi
    • Proibire ai colleghi di dialogare con la vittima
    • Comportarsi come se la vittima non esistesse

  3. IMMAGINE SOCIALE
    • Parlare alle spalle della vittima
    • Spargere voci infondate
    • Ridicolizzare la vittima con i colleghi
    • Rivolgere accuse di essere malato di mente
    • Tentare di convincere la vittima a sottoporsi a visita psicologica o psichiatrica
    • Deridere un handicap o un difetto fisico
    • Imitare il modo di parlare o di camminare
    • Attaccare le idee politiche o religiose della vittima
    • Ridicolizzare la vita privata della vittima
    • Ridicolizzare la nazionalità della vittima
    • Costringere a fare lavori umilianti
    • Giudicare il lavoro in maniera sbagliata e offensiva
    • Mettere in dubbio le decisioni della vittima
    • Pronunciare parolacce o altre espressioni umilianti verso la vittima
    • Formulare offerte sessuali, anche non verbali

  4. VITA PROFESSIONALE E PRIVATA
    • Non assegnare compiti da svolgere
    • Togliere ogni tipo di attività lavorativa
    • Assegnare compiti senza senso o giustificazione
    • Assegnare compiti molto al di sotto della qualificazione professionale
    • Assegnare sempre nuovi compiti lavorativi
    • Assegnare compiti umilianti
    • Assegnare compiti molto al di sopra delle capacità o qualificazioni, al fine di screditare la vittima

  5. SALUTE
    • Costringere a fare lavori che pregiudicano la salute
    • Minacciare una violenza fisica
    • Usare violenza fisica in modo leggero o pesante
    • Causare danni per porre la vittima in situiazione di svantaggio
    • Causare danni fisici in casa o sul posto di lavoro
    • Ricercare contatti fisici a scopo sessuale.

AVVERTENZE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale con sedi in Roma o Milano.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.
©2003-2011 DirittoeLavoro.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3 validator