DIRITTOeLAVORO.com
Diritto e Lavoro, licenziamento, dimissioni

Informazioni e approfondimenti ¬

Processo del lavoro

Le cause che attengono ai rapporti di lavoro subordinato seguono un particolare rito (detto appunto rito del lavoro), previsto e disciplinato agli artt. 409 e ss. del codice di procedura civile.

Il rito del lavoro si applica altresì a:

  • rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, se caratterizzati da una prestazione continuativa e coordinata prevalentemente personale
  • rapporti di collaborazione continuata e continuativa
  • contratti agrari
  • controversie in materia di assistenza e previdenza

Il rito del lavoro è articolato su due gradi di giudizio (primo grado e appello) e la competenza funzionale e territoriale è stabilita secondo specifiche regole.

La procedura del processo del lavoro prevede che il giudizio debba essere preceduto da un tentativo obbligatorio di conciliazione extragiudiziale.

Il giudizio si conclude, in ossequio al principio di concentrazione del giudizio, con una discussione orale dei procuratori delle parti e con la lettura in udienza del dispositivo da parte del Giudice.


Data: 20.01.2010
Autore: Avv. Andrea Totò

AVVERTENZE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale con sedi in Roma o Milano.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.
©2003-2011 DirittoeLavoro.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3 validator