DIRITTOeLAVORO.com
Diritto e Lavoro, licenziamento, dimissioni

Informazioni e approfondimenti ¬

Processo del lavoro / procedimento ex art. 28 Statuto dei Lavoratori (condotta antisindacale)

L'art. 28 della L. 20 maggio 1970, n. 300 (Statuto dei Lavoratori) prevede una particolare procedura, attivabile dalle organizzazioni sindacali, per la tutela giurisdizionale degli interessi collettivi violati dalla condotta antisindacale del datore di lavoro.

Per condotta antisindacale si intende qualsiasi comportamento diretto ad impedire o limitare l'esercizio della libertà e dell'attività sindacale nonché del diritto di sciopero.

Il procedimento prevede l'intervento del Giudice al fine di determinare la cessazione del comportamento antisindacale e la rimozione degli effetti pregiudizievoli. Per il datore di lavoro che non adempie è previsto l'arresto sino a 3 mesi o l'ammenda.


Data: 21.01.2010
Autore: Avv. Andrea Totò

AVVERTENZE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale con sedi in Roma o Milano.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.
©2003-2011 DirittoeLavoro.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3 validator